HAT ATTITUDE: L’ESCAMOTAGE ANTI NOSTALGIA

HAT ATTITUDE: L'ESCAMOTAGE ANTI NOSTALGIA

Il rapporto tra Inglesi e cappello non è sopravvalutato. Non si spiegherebbe altrimenti il fiorire di hat corner nei principali shopping center che costellano Londra. Elisabeth – the Queen – ha fatto storia e tutte le altre, comprese le ragazze “on the road”, non fanno che emulare un modello inarrivabile. Confrontarsi con la sua naturale “attitude” è però una partita che ogni londinese over 30 dovrebbe giocare. Se poi si è cittadine naturalizzate un “hat moment” è un catalizzatore di energia positiva: la ricerca della forma perfetta allontana la “malinconia di ritorno” e strizza l’occhio alla femminilità. Darsi tempo è la prima regola, bandire i negozi specializzati è la conseguenza, anche se uno sguardo ai cappelli di paglia di “Emporium” (Creek Rd SE 10, Greenwich) dove il vintage è di casa va comunque dato. Molto più confortevole per l’hat- test è il primo piano di “John Lewis” (www.johnlewis.co.uk) in Oxford Circus dove la sfilata di tese impegnative o piume coquette ha come solo spettatore lo specchio del camerino. Se la scelta è stata fatta, ma il tarlo del ripensamento tintinna, una stylist è pronta a consigliare anche “how and where” usare il vostro acquisto. Che non sarà mai cheap…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s