UN GURU FORMATO GRANDE MAGAZZINO

UN GURU FORMATO GRANDE MAGAZZINO

Anche Londra ha la sua “Personal” Hilary. Niente a che vedere con la Rodham Clinton che, però, da un confronto al vertice ne trarrebbe sicuramente beneficio. Hilary Alexandre, orfana di una “l” rispetto alla Segretaria di Stato degli Stati Uniti, ha infatti il suo peso politico tra le suddite della Regina nella gestione del perfetto guardaroba fashion. L’ex direttore di “The Daily Telegraph” è infatti l’ultimo guru-acquisto di Marks&Spencer, grande magazzino dai prezzi abbordabili che tanto piacere alle signore around 40. La “Fahion Week front-row regoular” non solo tiene una sua personale rubrica su M&S (magazine dello shop), ma fuga anche ogni dubbio di stile, ogni traballamento di gusto e ogni incertezza di abbinamento in “Ask Hilary” (www.marksandspencer.com/askhilary). Una sorta di “chiedi a…” on line che dal suo battesimo ad oggi ha ricevuto migliaia di richieste.
La titubanza londinese in quanto a moda è cosi nota ai marketing manager da essere cavalcata soprattutto dai grandi departement store, pronti a mettere a disposizione personal assistant, consultant, shopping services pur di evitare pericolosi scivoloni di stile. Se da “Harrods” te lo aspetti (http://www.harrods.com/content/the-store/in-store-services/) e da “Harvey Nichols” lo puoi immaginare (http://www.harveynichols.com/personal-shopping), da “Liberty”, invece, stupisce. Con il suo finto stile Tudor, i suoi infiniti reparti dedicati al beauty e all’intimo, lo store di Regent Street riserva una private suite al secondo piano per lo shopping tailor made (http://www.liberty.co.uk/private-suite/article/fcp-content). Un vis – à – vis con un team di specialisti, in piena intimità, promette di ridisegnare il look attraverso la scelta dei capi, degli accessori, del make up e dell’hair style migliore per valorizzarsi. Per rivoluzionarsi senza badare troppo all’investimento basta fare tappa a Carnaby Street. Il booking è preferibile. Quando il fattore “D” (denaro) non è secondario basta rivolgersi a H&M che con “develop your style” fornisce consulenze on demand . Anche per indossare il fast fashion, del resto, ci vuole criterio…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s