LA CANNES CHE NON TI ASPETTI

LA CANNES CHE NON TI ASPETTI

Troppo semplice pensare che Cannes sia solo la Croisette. Troppo banale immaginare che una città fatta di estremi (molto lusso, molte firme…) non abbia anche luoghi in cui recuperare la sua dimensione più vera. Troppo scontato credere che nei cinque giorni di Festival de la Plaisance tutto ruoti solo attorno a yacht e maxi open. Cannes è anche molto di più, se agli inchini delle boutique “yes logo” si preferiscono le strette di mano dei negozi più defilati. Bere una limonata fresca mentre si conversa con i proprietari di “L’antiquaire et la mode” (rue Hélene Vagliano 8), bombon in cui si (ri)scopre cosa sia il vintage, lasciarsi profumare da “Casanera” (www.casanera.fr), angolo in cui il beauty si piega al bio in nome della delicatezza degli aromi, o acquistare un cestino di ranuncoli da “Happy” (rue Marceau) o di mocassini senza tempo da “Bottier Jeff” (rue Tony Allard), ha il potere di normalizzare Cannes. La sfida sta proprio in questo: scoprire luoghi inattesi. Allora anche una partita alla pétanque ha un sapore tutto nuovo. Molto più aromatico del caviale della Caviar House e del foie gras di Fauchon.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s